TECNAM consegna 3 bimotori all’Aeronautica Militare Italiana

Tecnam5LuglioVolo_A_16

Con una Cerimonia tenuta alla presenza delle autorità militari e civili e del personale coinvolto nel programma, la Tecnam ha ufficialmente consegnato all’Aeronautica Militare Italiana tre bimotori Tecnam P2006T, ribattezzati T2006A per l’uso militare.

I velivoli sono destinati al 70° Stormo di Latina, Scuola di Volo che cura la selezione e l’addestramento dei futuri piloti militari dell’Aeronautica Militare, ma anche di altre Forze e Corpi Armati dello Stato Italiano e di alcuni paesi stranieri.

Tecnam, oltre i velivoli, ha fornito anche un simulatore di volo, l’addestramento per piloti e tecnici e fornirà assistenza/manutenzione per un periodo di tre anni, per un totale di 3.600 ore di volo previste dal contratto.

I tre bimotori P2006T voleranno con marche militari, avendo ottenuta la validazione della certificazione EASA CS-23 da parte dell’AER e della DOMA (Design Organisation Military Approval) da parte del Ministero della Difesa Italiano.

Left. Gen. Vincenzo NUZZO, Paolo PASCALE

Il generale Vincenzo Nuzzo, Capo di Stato Maggiore del Comando Scuole A.M./3ª Regione Aerea, ha sottolineato “la proficua collaborazione che si è instaurata tra la Tecnam e l’Aeronautica Militare e che potrà portare a futuri sviluppi.”

Paolo Pascale, Direttore Generale di Tecnam, esprime la sua soddisfazione:
“Le più importanti scuole di volo di tutto il mondo oggi usano il nostro bimotore P2006. Come produttori e come italiani, siamo orgogliosi che anche la più prestigiosa scuola di volo italiana, il 70° Stormo di Latina dell’Aeronautica Militare Italiana, abbia scelto il nostro velivolo. Per noi questo equivale a un ulteriore conferma sulle qualità dell’aereo progettato dal prof. Pascale.”

IMG_6315_A

Il Tecnam P2006T è stato già certificato nella categoria EASA CS-23, IFR (Instrumental Fligh Rule) nel 2009. Si tratta di un velivolo quadriposto ad ala alta con due motori ROTAX. La purezza del design e i due motori austriaci rendono questo aereo estremamente economico nei consumi: circa 34 litri/ora di carburante.

Disponibile anche in versione SMP (Special Mission Platform), per la sorveglianza del territorio, si conferma una piattaforma flessibile, sicura e con bassissimi costi di esercizio.

Recentemente anche la NASA ha selezionato il P2006T per il programma di ricerca sulla propulsione elettrica, confermando il bimotore italiano come uno dei migliori design, sviluppato dal Presidente e Head of Design di Tecnam, il leggendario Professore Luigi Pascale.

Tags

top